Asilo nido per cani a Firenze

Amore, servizi, alimenti ed accessori

Eccoci qua, arrivati al 01 agosto, con le valige quasi pronte, anche quelle di Ruben naturalmente!!
Eh, sì, cari lettori, perché senza il mio fedele bassotto che vacanze potrebbero essere? Finalmente è arrivato il mese in cui dedicarsi alle passeggiate, ai bagni i mare ed alle coccole per il mio dolce amico.
Non per tutti i nostri grandi amici a quattro zampe è così, purtroppo, e Ruben ed io vogliamo ricordare a tutti i nostri amici il numero verde attivo per segnalare o, meglio denunciare, l'abbandono di animali 800.137.079 attivo dal 1° luglio al 31 agosto, 24 ore su 24.
Il tempo delle vacanze, a volte, è incomprensibile palcoscenico di condotte crudeli, quali, appunto l'abbandono di animali.
Come un vero e proprio caso di coscienza, ritengo che sia dovere di ognuno di noi denunciare simili comportamenti chiamando il numero verde sopra indicato.
A tal riguardo, Vi ricordo che il nostro ordinamento, all'art. 727 del Codice Penale, espressamente sanziona la condotta menzionata e prevedendo che <Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 euro a 10.000 euro>.
Quando si adotta un cane, un gatto o qualsiasi altro essere vivente, indifeso davanti alla possibile cattiveria di alcuni uomini, è nostro dovere non solo accudirlo, ma far sì che la sua esistenza e quella dei suoi simili sia dignitosa e tutelata.
Prima di chiudere la valigia, Ruben ed io, augurandovi buone vacanze, desideriamo salutarvi con questo pensiero: <Non Uccidere non si applica all'omicidio di una sola specie, bensì a tutti gli esseri viventi e questo comandamento fu scritto nel cuore dell'uomo molto prima di essere proclamato sul Sinai> (Lev Tolstoj).


Avv. Laura Cecchini

L'Estate è finalmente arrivata e, per alcuni, sono iniziate le tanto attese e sospirate vacanze estive! Ruben ed io vi terremo compagnia ancora per una settima, narrandoVi, nell'articolo di oggi, delle norme contenute nel titolo IV nel Regolamento tipo redatto a quattro mani tra l'ANCI, Associazione Comuni Italiani e la Federazione per i Diritti degli Animali, rubricato “Libero Accesso degli Animali”.

In proposito, l'art. 22 del Regolamento prevede espressamente l'accesso dei nostri amici a quattro zampe negli esercizi pubblici, commerciali e negli uffici aperti al pubblico nonché sui mezzi di trasporto consentendo, al comma 6, l'ingresso degli animali anche nelle case di cura, di riposo e nelle apposite aree degli ospedali per far visita ai proprietari ricoverati.

A tal riguardo, conforta che la Legge Regionale Toscana n.59/2009 all'art. 21 abbia garantito detti diritti anticipando di quattro anni la normativa contenuta nel Regolamento siglato a livello nazionale.

E' vero, tuttavia, che se possiamo essere tutelati all'interno della nostra regione è necessario che le garanzie ed i diritti siano riconosciuti ed affermati a livello nazionale per evitare un pregiudizio nella possibilità di viaggiare con i nostri cuccioli.

La vera novità è contenuta nell'art. 23 del Regolamento-tipo laddove si legittima l'accesso dei cani, accompagnati dai proprietari o da altro detentore, anche nelle spiagge.

Non stupisce, invero, considerando l'arretratezza del nostro Paese sulla codificazione di regole di convivenza tra uomini e animali che, attualmente, solo pochi Comuni abbiano emanato ordinanze sul libero ingresso degli animali nelle spiagge.

In ultimo, l'art. 24 del Regolamento stabilisce la progettazione e predisposizione, da parte dei Comuni, di aree destinate ai cani all'interno di giardini e parchi, adeguatamente delimitate e dotate delle opportune attrezzature, ove i nostri amici potranno muoversi, correre e giocare liberamente.

Infine, come ogni settimana, il mio piccolo Ruben vuole ricordarvi che : <La Fedeltà di un cane è un dono prezioso che imporne obblighi morali non meno impegnativi dell'amicizia con una creatura umana>
(K. Lorenz)

Avv. Laura Cecchini

 

Cari Lettori, nell'articolo della scorsa settimana ho iniziato a raccontarvi alcune delle grandi novità portate nell'accordo sottoscritto a Roma tra l'ANCI, Associazione Comuni Italiani e la Federazione per i Diritti degli Animali esponendovi due principi generali posti alle fondamenta del Regolamento-tipo approvato.

Oggi, Ruben ed io, vi parleremo di due, a nostro avviso importanti, disposizioni generali contenute nel suddetto Regolamento, ed a cui speriamo che le singole amministrazioni comunali si adeguino quanto prima.

A tal riguardo, appare di certo rilievo la norma di cui all'art. 7 sull'abbandono degli animali che espressamente enuncia <E' vietato abbandonare qualsiasi tipo di animali, sia domestici che selvatici, sia appartenenti alla fauna autocnona o esotica, in qualunque parte del territorio comunale compresi giardini, parchi e qualsiasi tipologia di corpo idrico> prevedendo che <Chiunque sia stato sanzionato per abbandono di un animale o per maltrattamento non può detenere animali a qualsiasi titolo>.

La sopra citata disposizione certamente rafforza il contenuto dell'art.727 del Codice Penale, che configura e classifica quale reato l'abbandono di animali, laddove stabilisce che per il trasgressore è sancito il divieto, inteso per il futuro, di detenere animali.

In ordine alle problematiche, sempre afferenti al maltrattamento degli animali, l'art. 10, rubricato ”Divieto di accattonaggio con animali” stabilisce che <E' fatto assoluto divieto di detenere o utilizzare animali di qualsiasi specie ed età per la pratica dell'accattonaggio. Oltre alla sanzione amministrativa prevista dal presente Regolamento, gli animali di cui al comma 1 saranno sottoposti a confisca e potranno essere affidati temporaneamente o a titolo definitivo dall'Ufficio competente per la tutela degli animali ad Associazioni di volontariato animalista o privati cittadini che diano la garanzia di buon trattamento>. 

E' chiaro come la previsione dei suddetti divieti abbia preso forma e spessore, anche e soprattutto a livello giuridico, a causa di episodi di incomprensibile e inaudita crudeltà.

Per questo motivo, ritengo dovere primario di ogni cittadino, ovvero di ciascun uomo, denunciare simili condotte qualora ne sia spettatore.

In ultimo, anche oggi, è mio desiderio dare la parola al mio insostituibile Ruben ed alle sue citazioni preferite: <ll compito più alto di un uomo è sottrarre gli animali alla crudeltà (Emile Zola)>.

        

Avv. Laura Cecchini

Il 13 giugno 2013 è stato siglato a Roma l'accordo quadro tra l'ANCI, Associazione Comuni Italiani e la Federazione per i Diritti degli Animali al fine di porre le fondamenta per l'adozione da parte di tutte le amministrazioni di un Regolamento per la Tutela del Benessere degli Animali.

In proposito, appare di sicuro rilievo l'avvenuta predisposizione e redazione di un  regolamento tipo, allegato al suddetto accordo, intrinsecamente strutturato in modo da rispondere alle esigenze quotidiane, mediante l'indicazione non solo di principi generali ma, in particolare, di puntuali e dettagliate modalità per garantire un serena convivenza tra uomo e animali.

Ebbene, cari lettori, l'accordo sottoscritto rappresenta un concreto impegno affinché tutte le amministrazioni comunali, nelle persone dei loro sindaci, adottino le norme contenute nel regolamento tipo, di tal guisa riconoscendo la valenza della tutela dei diritti degli animali all'interno della comunità.

A tal riguardo, in questo articolo, ritengo opportuno indicarvi due dei principi che saranno codificati nei Regolamenti Comunali di prossima emanazione, come elencati e riconosciuti all'art. 1, tra cui: <Il Comune individua nella tutela degli animali uno strumento finalizzato al rispetto e alla tolleranza verso tutti gli esseri viventi e, in particolare, verso le specie più deboli> e, sinceramente il più significativo: <Il Comune, ritenendo che il rapporto con gli animali concorra al pieno sviluppo della persona umana, contrasta ogni atto di discriminazione nei confronti dei possessori di animali domestici. Contrasta, altresì, ogni comportamento finalizzato ad impedire la presenza di animali domestici all'interno del nucleo familiare e qualsiasi atto che ostacoli la serena convivenza tra la specie umana  e quella animale>.

Non possono sussistere più dubbi sull'intervenuta presa di coscienza dell'importante ruolo dei nostri amici animali nella vita di ciascuno e proprio per questo motivo, vi parlerò, anche nei prossimi articoli, degli ulteriori principi e delle disposizioni oggetto del Regolamento-Tipo.

In ultimo, anche oggi, il mio piccolo dolce Ruben desidera ricordarvi che: <Gli animali non solo provano affetto, ma desiderano essere amati (C.H. Darwin)>

        

Avv. Laura Cecchini

PRENOTA ONLINE
alimenti-accessori-asilo-nido-per-cani
via Vittorio Emanuele II, 180 Firenze
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel: 055.90.60.515 - 389.920.9218
Regolamento - Condizioni - Privacy

Login Form

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile sul nostro sito web.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente ne accetta la trasmissione sul proprio dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa Cookies

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 (c.d. codice privacy)

 

Ai sensi dell’art. 13 del Codice Privacy ed in ottemperanza alle prescrizioni del Provvedimento 229/2014 del Garante per la Protezione dei Dati Personali, si informa che il presente sito utilizza le seguenti tipologie di cookie (ossia dei piccoli file di testo che i siti visitati inviano al tuo device, dove vengono poi memorizzati al fine di essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva):

 

Cookie tecnici

Quei cookie strettamente necessari per permettere:

La navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di autenticarsi per accedere ad aree riservate, "cookie di navigazione o di sessione");

La raccolta di informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso ("cookie analytics");

La navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto, "cookie di funzionalità") al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Tali cookie sono installati direttamente da questo sito e poiché non vengono utilizzati per scopi ulteriori rispetto a quelli funzionali sopra descritti la loro installazione non richiede il tuo consenso.

 

Cookie di profilazione di terze parti
Tali cookie sono installati da soggetti diversi da questo sito e l’installazione degli stessi richiede il tuo consenso; in mancanza gli stessi non saranno installati.

Ti riportiamo quindi di seguito i link alle informative privacy delle terze parti dove potrai esprimere il tuo consenso all’installazione di tali cookie evidenziando che, laddove non effettuassi alcuna scelta e decidessi di proseguire comunque con la navigazione all’interno del presente sito web, acconsentirai all’uso di tali cookie.

Google+ - Informativa: http://www.google.com/intl/it_it/policies/technologies/types/
Facebook - Informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
YouTube - Informativa: https://www.youtube.com/static?template=privacy_guidelines&gl=IT
 

Gestione dei cookie e configurazione dei browser

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser.

Attenzione:
La disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità.

L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”.

A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti -> Opzioni -> Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione.

    Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
    Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
    Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9
    Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
    Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

 

 

Fermo restando quanto precede, informiamo che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices:  http://www.youronlinechoices.com. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. E' possibile pertanto utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.